Breaking News
Home » News » NICOLA MIRIANO, IL GRANDE ALBERO DEL JAZZ, “UN PROGRAMMA INTRIGANTE”

NICOLA MIRIANO, IL GRANDE ALBERO DEL JAZZ, “UN PROGRAMMA INTRIGANTE”

Tweet about this on TwitterPrint this pageShare on Google+Share on FacebookEmail this to someone

di Nicola Miriano
(Presidente del Jazz Club Perugia)
PERUGIA – I germogli del grande albero del Jazz, trapiantati a Perugia verso la fine della prima metà del secolo scorso, innestati con le tendenze culturali di alcuni perugini di nascita o di adozione, da tempo hanno a loro volta messo solide radici, si sono sviluppati ed hanno dato i loro frutti. Fra questi, collegato ad analoghe, informali, pregresse aggregazioni, il Jazz Club Perugia, non certo grande, saporito e di rinomanza pari ai prodotti maggiori, ma, si spera, in grado di appagare, in maniera consistente, nei mesi che verranno, la domanda di buona musica Jazz della nostra città e non solo. Tra non poche, intuibili difficoltà, superate brillantemente dalle capacità manageriali di Carlo Pagnotta e dei suoi collaboratori e dalle sue sempre felici scelte artistiche, anche quest’anno, fra poco più di una settimana, inizierà la nuova stagione concertistica del Club. Il programma è appetitoso e intrigante. Sono previsti otto concerti che si terranno in Perugia fino al prossimo aprile, presso l’oratorio di S. Cecilia e l’Auditorium dell’Hotel Giò Jazz Area.

 

Nicola Miriano

C’è, va detto, jazz per tutti i gusti. Da quello colto e raffinato, d’avanguardia, suonato dai complessi diretti dai batteristi Jim Black , Ches Smith e dal berlinese Max Andrzejewski. Complesso accattivante sarà anche quello diretto da altro batterista, Willie Jones III, che diffonderà le note del classico mainstream/hard bop. La tradizione natalizia troverà echi nel coro Harlem Gospel. Non mancheranno pianisti prestigiosi, ciascuno accompagnato da contrabbasso e batteria, come Larry Willis, energico e scattante, dall’anima calda e ritmata, e la graziosa giapponese Chihiro Yamanaka, una delle più importanti pianiste della scena jazz contemporanea, capace di coniugare il jazz con la musica melodica; né il trio condotto dal sax tenore e clarinetto di Matt Renzi.

 

Un caldo, riconoscente saluto va doverosamente diretto a tutti gli Sponsors, pubblici e privati ed alle persone che li rappresentano, fra le quali l’insostituibile Dott.ssa Valeria Guarducci, che ci ospiterà nell’Auditorium dell’Hotel Giò, ed il Comune di Perugia, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali e dall’Assessore Andrea Cernicchi, che ospita la presentazione del programma concertistico, i quali tutti hanno reso possibile la nostra iniziativa. Al pubblico, che attendiamo numeroso e che speriamo rimanga soddisfatto, l’augurio di serate piacevoli e serene.

Check Also

Matthew Whitaker al Jazz Club Perugia - le foto

Matthew Whitaker al Jazz Club Perugia – le foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *